Perché Joomla!

Joomla! è uno dei più popolari CMS Open Source del mondo, ed è usato da singole persone e da piccole, medie e grandi organizzazioni in tutto il mondo per creare ed aggiornare facilmente una grande varietà di applicazioni su milioni di siti Internet. Si pensa che i siti Internet realizzati con Joomla fossero oltre sette milioni alla fine del 2011. La parola "Joomla!" deriva dalla parola Jumla in lingua africana Swahili e significa “tutti insieme”.

Questo è il principale motivo per il quale abbiamo scelto questa piattaforma per realizzare il vostro sito Internet. Ma vediamo come funziona Joomla!

A grandi linee (questa non vuole essere una esposizione "tecnica" ma solo una introduzione) in Joomla!, ciascuna pagina di un sito è il frutto della "collaborazione" tra vari elementi: il template, i menu, gli articoli (raccolti in categorie) e le estensioni.

posizioni templateIl template è responsabile di collocare questi elementi in una griglia "invisibile", che assegna una posizione definita ai diversi blocchi che costituiscono la pagina. In linea di massima nei siti Internet è solitamente presente una "testata" in alto e un "piede" in basso (elementi che sono generalmente invarianti in tutto il sito), e una zona centrale che ospita uno specifico contenuto, con uno spazio sulla destra (o sulla sinistra o su entrambi i lati) che presenta i menu e/o una serie di moduli, come potete vedere qui a sinistra.

posizioni gantryPer la realizzazione di un sito è anche possibile utilizzare un "framework" che consente di ottenere un template altamente personalizzato partendo da una griglia di posizioni molto più estesa. Non abbiamo solo testata e piede e una barra a destra e/o a sinistra, bensì decine di posizioni possibili, come si può vedere nell'immagine sulla destra (ripresa, in questo caso, dal framework Gantry).

Il template, oltre ad "organizzare" lo spazio della pagina, definisce anche una serie di elementi che vanno dal font del carattere da utilizzare (Arial, Verdana, ecc.) alla sua dimensione (a seconda che si tratti di titoli o testi), al colore utilizzato (differente in caso di "link", ovvero di rimandi cliccabili).

I menu, che possono essere più di uno e possono essere collocati in diverse posizioni nella pagina, sono composti di "voci". Ciascuna voce di menu può richiamare un singolo articolo, l'elenco degli articoli presenti in una categoria, un modulo di contatto, il modulo di login, il "cerca" nel sito, la mappa del sito e così via. In pratica esistono diversi "tipi" di voce di menu. Dobbiamo quindi scegliere sia il tipo di voce di menu che il contenuto che l'utente visualizzerà cliccando su quella voce. Ad esempio potremmo creare una voce di menu "chi siamo" che richiami un articolo, e poi precisare il nome di quale articolo visualizzare (ad esempio l'articolo "chi siamo", anche per non confonderci) che sarà stato precedentemente realizzato.

Gli articoli possono essere raccolti in categorie per una migliore gestione (qualora non lo fossero verranno assegnati alla categoria "non categorizzato"). Questo sia per ritrovarli quando li si vorrà aggiornare, sia perchè articoli simili (ciascuno relativo ad un luogo, ad un servizio, ad una persona, ecc.) possono essere visualizzati come lista, creando una voce di menu di tipo "categoria", collegata, appunto, alla nostra categoria. Ad esempio potremmo creare un articolo per ciascun membro di un gruppo di lavoro (i cui titoli saranno Paolo, Sergio, Marta, ecc.), raccoglierli nella categoria "Gruppo di lavoro" e poi creare una voce di menu "Gruppo di lavoro" collegata a quella categoria. Quando l'utente cliccherà la voce di menu "Gruppo di lavoro" visualizzerà un elenco di articoli (ovvero i nomi Paolo, Sergio, Marta, ecc.) cliccando sui quali potrà visualizzare il corrispondente articolo (ovvero il profilo di Paolo, quello di Sergio, quello di Marta).

Tra i contenuti meritano attenzione i "media" ovvero, sostanzialmente, le immagini. La gestione media consente di caricare sul server che ospita il sito non solo le immagini che vogliamo visualizzare nei singoli articoli, ma anche altri tipi di contenuti, che verranno richiamati negli articoli con appositi link (ad esempio dei documenti in pdf).

Le estensioni infine sono di diversi tipi: componenti, moduli, plugin, template e traduzioni. Per approfondire l'argomento, potete andare nell'apposita sezione di questo sito (Joomla! > Estensioni).

E' evidente che l'interazione tra il template, i menu, i contenuti e le estensioni consente di realizzare siti Internet di notevole complessità, ma vogliamo sottolineare che, una volta realizzato il sito, l'interazione con questi elementi è veramente semplice. Il proprietario del sito, infatti, interagirà con i contenuti con queste modalità:
- gestirà le immagini con la "Gestione media";
- modificherà o aggiungerà il contenuto di un articolo con un apposito "editor" (anche inserendo immagini, link ad altri articoli o ad altri sisti Internet, ecc.);
- modificherà o aggiungerà una o più voci di menu
- interagirà con le estensioni installate, ad esempio aggiungendo una immagine ad uno slideshow o modificandone la didascalia.

Poi, mano mano che aumenterà l'esperienza, potrà aggiungere nuovi menu, installare e configurare nuove estensioni fino ad arrivare a modificare il template del sito. Naturalmente sempre con la nostra assistenza...

 

Per saperne di più, vai al sito ufficiale di Joomla! (in inglese) oppure vai alla nostra sezione "Documentazione" in italiano.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito accetti che vengano utilizzati.